La Legge di Bilancio 2021 (L. n. 178/2020) ha introdotto l’incentivo per l’assunzione di giovani under 36, al fine di favorire l’occupazione di tutti coloro che, durante la loro vita lavorativa, non siano mai stati impiegati a tempo indeterminato.

È previsto un abbattimento del 100% dei contributi a carico del datore di lavoro, nel limite annuale di 6.000 euro riparametrato su base mensile (500 euro/mese), qualora scelga di stipulare un contratto di lavoro a tempo indeterminato ovvero di trasformare contratti a termine in rapporti a tempo indeterminato con un giovane di età inferiore ai 36 anni.

Questo incentivo verrà riconosciuto per un periodo di 36 mesi, i quali saranno, però, elevati a 48 nel caso in cui l’assunzione avvenga in una sede produttiva ubicata in una delle seguenti Regioni: Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna.

Possono usufruirne i datori di lavoro del settore privato che non abbiamo proceduto nei 6 mesi precedenti e che non procedano nei 9 mesi successivi, a licenziamenti collettivi o individuali per giustificato motivo oggettivo di lavoratori inquadrati con medesima qualifica nella stessa unità produttiva e che rispettino le condizioni generali dettate dall’art. 31 del D.Lgs. 150/2015 e i vincoli disposti dal legislatore nell’ art. 1, comma 1175 e 1176, della legge n. 296/2006.

Si ricorda, inoltre, che l’Unione Europea ha autorizzato solamente le assunzioni e le trasformazioni che avvengono nell’anno 2021, di conseguenza, per tutte quelle che avverranno nel 2022 sarà necessaria una nuova autorizzazione dell’Ue.

La predetta agevolazione contributiva soggiace al rispetto del Temporary Framework (importo massimo fruibile pari a 1,8 milioni di euro, salvo diversi importi relativi ai settori dell’agricoltura e dell’acquacoltura).

La Redazione di Cndl SpA

 

 

Per richiedere ulteriori informazioni: clicca qui

Se sei interessato alle nostre news e agli eventi di Cndl seguici anche sui nostri canali social: FacebookYouTubeInstagramLinkedin!

 

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *