Comunicazione all’ENEA e Risoluzione n. 46/E del 18/04/2019

La legge di Bilancio 2018 ha introdotto l’obbligo, a partire dal 1° gennaio 2018, di trasmettere all’ Enea alcune Informazioni sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio per usufruire della detrazione prevista dall’art. 16-bis del Tuir, attualmente e fino al 30 dicembre 2019 fissata al 50%. Tale invio riguarda solo gli interventi edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o l’utilizzo delle fonti rinnovabili e l’acquisto di elettrodomestici in classe energetica A+ (classe energetica A per i forni), sempre se collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a decorrere dal 1° gennaio 2017. Con la Risoluzione n. 46/E viene chiarita che la mancata o tardiva trasmissione all’ Enea delle informazioni sui lavori di ristrutturazione che comportano risparmio energetico non fa venir meno il beneficio della detrazione fiscale, in quanto l’adempimento introdotto è stato richiesto al fine di monitorare e valutare da parte dell’ENEA il risparmio energetico conseguito.
RISOLUZIONE n. 46/E del 18/04/2019: approfondisci.
Buon lavoro Cndl SpA

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*