COMUNICATO STAMPA

DELEGHE TELEMATICHE AGLI INTERMEDIARI ABILITATI,

LA PROCEDURA SIA UNIFORMATA E SIA PRESTO INTRODOTTA LA DELEGA UNICA 

Roma, 9 febbraio 2022

La semplificazione e la digitalizzazione del Paese rappresentano, almeno nelle intenzioni di tutti i Governi, gli obiettivi a cui tendere nell’interesse dei cittadini, dei contribuenti e a beneficio dell’efficienza stessa del sistema.

“Eppure – afferma Marco Cuchel – Presidente dell’Associazione Nazionale Commercialisti sul  fronte delle deleghe che i contribuenti conferiscono ai professionisti intermediari abilitati, la situazione esistente si caratterizza per una pluralità di procedure, che differiscono per i singoli servizi, complicando notevolmente l’operatività dei professionisti a scapito dei cittadini, tutto ciò vanificando i propositi sulla semplificazione e l’efficienza del sistema Paese.”.

Delega per la consultazione del cassetto fiscale, delega per l’utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica, delega per i servizi Equipro, delega Inps, e molte altre ancora, ognuna prevede modalità, procedure e modulistiche diverse di comunicazione, senza contare che anche la loro validità temporale differisce, alcune durano due anni, altre quattro.

È un quadro a dir poco caotico, che con tutta evidenza necessita di un intervento da parte del Legislatore in grado di mettere ordine, attraverso un impiego funzionale e proficuo degli strumenti che la tecnologia consente di avere.

“Il professionista intermediario abilitato – spiega il Presidente Cuchel – ha potere di autenticazione della firma del contribuente che assiste e, in funzione del suo ruolo, appare una scelta naturale quella di semplificare l’operatività delle deleghe, una scelta che lo stesso periodo particolare che stiamo vivendo avrebbe dovuto incentivare, attraverso lo sviluppo di soluzioni telematiche innovative, capaci di rendere non più indispensabile doversi recare allo sportello degli uffici.”.

Per ANC l’obiettivo è quello di giungere ad una delega che sia unica per i diversi servizi e per le diverse Amministrazioni e la cui validità sia illimitata fino a revoca del soggetto delegante, ma un primo passo sarebbe quello di riuscire ad uniformare la procedura di gestione delle deleghe almeno all’interno delle singole Amministrazioni, un cambiamento questo che sarebbe in grado comunque di semplificare non poco il lavoro ai professionisti e la vita ai cittadini.

Al Legislatore ANC sollecita un’attenzione nei confronti di questo tema e un intervento finalizzato ad una modifica del quadro attuale.

ANC Comunicazione

CS 09.02.2022_Deleghe Intermediari

Condividi l'articolo sui social