CASO: il figlio prima a carico nel momento di consegna del buono spesa / passa a non a carico fiscale in corso di anno (da un reddito complessivo < a4000 a uno >di 4000 euro- se fino a 24 anni/>2840,51da 25 anni);
Passaggio da esente a imponibile/ figlio perde carico a fine anno/rc >4000(fino 24 anni) /2840,51(da 25 anni);
Faq
il dipendente a luglio 2023 ha 2800 imponibile di previdenziale (no cuneo) e riceve un buono spesa esente fiscalmente e previdenzialmente di 700 euro;
a quella data il dipendente ha un figlio di 18 anni che non lavora (a carico fiscale) e il dipendente avendo comunicato il C.F. del figlio al suo datore accede al regime dei 3000 euro (dl 48/23 -art 40) che consentono di portare in esenzione i 700 euro di buoni spesa consegnati a luglio;
il figlio del dipendente comincia a lavorare a settembre 2023 e a fine anno totalizza un reddito complessivo al lordo degli oneri deducibili di 6000 euro (reddito complessivo > 4000) per cui il fringe prima esente diventa imponibile applicandosi al dipendente 258,23(il figlio non è più a carico fiscale);
il dipendente deve comunicare al datore la variazione di status (il figlio non è più a carico) per cui il passaggio dai 3000 ai 258,23, ovvero il passaggio dal regime di esenzione al regime di imponibilità fiscale e previdenziale in armonizzazione dei 700 euro (buono spesa);
suppongo che la retribuzione ordinaria di dicembre ammonti a 2800 euro per cui che non applica cuneo (ometto per semplicità i 2800 di tredicesima su dicembre imponibile previdenziale e fiscale);
come sanare da un punto di vista contributivo e fiscale;
suppongo che le caratteristiche contributive del mese di luglio e dicembre siano le stesse (industria+15 e fino 50/ dipendente con 3 caratteri qualifica uniemens: 1-operaio/ f-full time-/ i-indeterminato/ tc 00 -dipendente e senza agevolazioni contributive-esoneri/retribuzione di luglio e dicembre >2692 no cuneo);
ometto la tredicesima per semplicità a dicembre di 2800 (in realtà imponibile previdenziale di dicembre ammonterebbe a 2800+2800=5600/che se maggiorato dei 700 di fringe a imponibile previdenziale diventerebbe di 6300 euro);

A cura del Dott. Roberto Vinciarelli – Consulente del Lavoro e Analista normativo

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *