Negli ultimi anni si è assistito ad una sostanziale modifica della fiscalità locale. In primo luogo con l’introduzione, prima in via sperimentale e poi definitiva, dell’IMU e successivamente, a partire dall’esercizio 2014,  di una ulteriore suddivisione delle imposte locali con la TASI (tassa sui servizi) e la TARI (tassa sui rifiuti). Nel corso del 2014 è stata inoltre definita l’applicazione delle imposte locali Imu e Tasi relativamente agli enti non commerciali, i quali godono di esenzioni derivanti, con modifiche, dalla precedente applicazione dell’ICI. È inoltre stata predisposta la modulistica per la dichiarazione IMU e TASI per gli Enti non Commerciali e il calendario delle scadenze della dichiarazione. A regime la dichiarazione scade il 30 giugno dell’anno successivo in cui sono intervenute modifiche da dichiarare.
Condividi l'articolo sui social