L’art. 73, co. 3, D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 riconosce la facoltà della società controllante, non necessariamente la capogruppo, di provvedere ai versamenti delle società controllate e di presentare le relative dichiarazioni. Le corrispondenti modalità operative sono contenute nel D.M. 13 dicembre 1979 (modificato dal D.M. 13 febbraio 2017), così come opportunamente integrate dalla successiva prassi dell’Agenzia delle Entrate. L’accesso alla facoltà in parola è subordinato alla sussistenza di specifici presupposti ed al conseguente esercizio dell’opzione. In particolare, l’imposta versata corrisponde alla somma algebrica dell’IVA liquidata da ogni società partecipante al consolidamento. La disciplina l’IVA di gruppo riguardava inizialmente solo le società di capitali; successivamente, il DM 13 febbraio 2017 ha esteso alle società di persone la possibilità di usufruire della liquidazione di gruppo.
Condividi l'articolo sui social