Il processo telematico è stato introdotto, inizialmente, nell’ambito del processo civile, nel processo amministrativo e nel processo dinanzi alle sezioni giurisdizionali della Corte dei Conti dal D.P.R. 13 febbraio 2001, n .123, recante le linee guida per depositare, trasmettere, notificare atti e comunicazioni, nonché consultare fascicoli e registri depositati presso la cancelleria direttamente online, senza doversi recare presso i pubblici uffici. Tale Decreto è stato successivamente modificato ed integrato da altre norme e regolamenti, tra cui il D.L. 7 marzo 2005, n. 82, cosiddetto “Codice dell’Amministrazione digitale”, il quale ha riorganizzato la normativa relativa all’informatizzazione dei rapporti tra Pubblica Amministrazione e cittadini/contribuenti. La procedura telematica permette di: digitalizzare gli atti, i dati, le comunicazioni ed i fascicoli relativi ai processi; delocalizzare le attività consentendo il collegamento telematico tra luoghi fisicamente distanti;ridurre i tempi non solo delle notifiche, ma anche del processo stesso. Con il D.L. 98/2011 art. 39, comma 8, il legislatore interviene introducendo, gradualmente, la possibilità di utilizzare la procedura telematica anche nel processo tributario.
Dal 15 luglio 2017 il PTT è diventato attivo su tutto il territorio nazionale, grazie all’estensione delle procedure informatiche del contenzioso nelle Commissioni tributarie presenti nelle Regioni delle Marche, Valle d’Aosta, province autonome di Trento e Bolzano e dal 1° Luglio 2019 sarà obbligatorio e non più facoltativo.. Nel portale dedicato www.giustiziatributaria.gov.it, sarà possibile accedere al sistema informativo della Giustizia Tributaria (S.I.Gi.T. – PTT) per il deposito telematico degli atti e documenti processuali già notificati alla controparte. In questo modo i giudici tributari, i contribuenti, i professionisti e gli Enti impositori potranno, inoltre, consultare comodamente il fascicolo processuale contenente tutti gli atti e documenti del contenzioso.
Condividi l'articolo sui social