La legge 30 dicembre 2021, n. 234 ha previsto all’articolo 1, comma 137, che in via sperimentale, per l’anno 2022, è riconosciuto nella misura del 50 per cento, l’esonero per un anno dal versamento dei contributi previdenziali a carico delle lavoratrici madri dipendenti del settore privato, a decorrere dalla data del rientro nel posto di lavoro (la data del rientro si deve collocare entro il 31/12/2022) dopo la fruizione del congedo obbligatorio di maternità (la circolare 102/2022 INPS introduce la nozione anche di rientro dal congedo parentale / rientro dal congedo disposto ai sensi dell’art. 17 del tu maternità – d.lgs. 151/2001 – fino a 7 mesi di età del figlio) e per un periodo massimo di un anno a decorrere dalla data del predetto rientro.

A cura del Dott. Roberto Vinciarelli – Consulente del lavoro e Analista normativo

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *