La Corte di Cassazione accoglie il ricorso di un contribuente: possibile il rimborso di quanto pagato in eccedenza nel termine di 48 mesi, pur senza dichiarazione integrativa ad emenda di quella precedente nell’anno successivo alla dichiarazione dei redditi.
Condividi l'articolo sui social